Parto cesareo e parto naturale: un viaggio con unica meta

L’espressione “parto naturale” spesso si interpreta come un nostalgico ritorno al passato: partorire senza epidurale, senza ossitocina, partorire con le sole forze della madre come facevano le nostre antenate e come si è da sempre venuti al mondo!

Ma il parto naturale non è semplicemente un parto “senza”, ma quel prodotto che deriva dalle meraviglie della fisiologia, nel quale i procedimenti ostetrici si applicano solo in caso di necessità e nel quale la tecnica è al servizio della naturalezza e non il contrario. Va a contrapporsi al parto cesareo, ormai in voga nella nostra società consumistica e intollerante al dolore, nella quale la tecnologia sostituisce la fisiologia della donna, modernizzando la nascita e generando rischi inutili per la madre e per il neonato; perché il cesareo è pur sempre un intervento chirurgico!

Contrariamente ai luoghi comuni, il parto naturale non è sinonimo di retrocessione, ma al contrario è un recupero delle capacità e della fiducia nella propria natura ed un arrendersi a questa.

E non è neanche rinunciare alla scienza, ma darle il posto che merita, facendo si che la tecnologia sia guidata dalla naturale fisiologia.

Parto naturale contro parto cesareo

Più che di svantaggi, il bambino non gode degli stessi vantaggi di un bimbo nato in modo naturale. Chi viene al mondo con un parto tradizionale ha un tempo di adattamento più lungo dalla vita dentro l’utero a quella fuori. Qualche ora in più influisce positivamente sul funzionamento del sistema respiratorio, cardiaco e neurologico.

Inoltre, durante il travaglio la mamma sviluppa degli ormoni particolari, che sono gli stessi che sviluppa anche il bambino e questo li rende più vicini. 

Cesareo si se…

I casi sono davvero pochi: se il bambino è podalico, e quindi non si è girato; se è una gravidanza gemellare con bambini podalici; se ci sono stati dei pregressi parti cesarei. 

Tutte le altre condizioni devono essere discusse con il proprio ginecologo per prendere delle decisioni comuni in funzione di due variabili principali: il desiderio della donna rispetto a come vuole partorire e la sicurezza che la sala parto può fornire.

Care mamme io ad esempio ho avuto modo di poter provare entrambi i parti (Alessandra avuta con parto naturale 9 ore di travaglio e le gemelle cesareo non programmato ma d’urgenza sono arrivata in ospedale in travaglio,una delle due era podalica)e posso sinceramente dire che per natura il corpo della donna è una macchina perfetta ed è per questo che se pur poco doloroso è la pratica che rifarei altre mille volte….. il cesareo mi ha portato solo mancanze post parto che nessuno potrà mai recuperare ma che ahimè era l’unico modo per portare alla luce le mie stelle!!!

Consiglio alle mamme che sono in procinto di dare alla luce una nuova vita con parto naturale di affidarsi ai medici,alle ostetriche che se brave e professionali sanno far un lavoro straordinario, respirate e lasciatevi andare alle sensazioni… il vostro corpo non vi tradirà fidatevi!

Ho creduto in me,partorendo Alessandra ed in procinto quasi di vederla credevo di non farcela più mi sono detta :” io non mi arrendo proprio adesso” e senza mai esitare un attimo quella forza che non sapevo di avere mi ha risposto facendomi toccare con mano il visino caldo della mia prima principessa sul mio corpo!

Il parto naturale non è un ostacolo da evitare!!!!😉 lo dice anche il sondaggio che ho appena indetto per voi su Instagram ovvero tra tutte le mamme che mi seguono la maggior parte sceglie il naturale 👍🏻👍🏻👍🏻😉 tra chi è in procinto di generare vita o chi già ha avuto un bel trascorso.

Dara

Pubblicato da

MAMMA BLOGGER 33 ANNI DI ALESSANDRA 4 ANNI,AZZURRA E AURORA 11 MESI CON UNA PASSIONE INNATA PER LA FOTOGRAFIA ,IL MONDO MATERNITA' E LA SCRITTURA ACCOMPAGNATA IN QUESTO NUOVO PERCORSO DALLA MIA PRIMOGENITA ASPIRANTE YOUTUBER...UNA SCOMMESSA CON ME STESSA SUPERANDO I LIMITI POSSIBILI. AMO CONSIGLIARE ALTRE MAMME SUGLI ARGOMENTI CHE MI STANNO PIU' A CUORE ORGANIZZANDOLI COSI PER ARGOMENTI CHE AGGIORNERO' COSTANTEMENTE AFFINCHE' NULLA SIA LASCIATO AL CASO....ESPERIENZE E CONFRONTI DA MAMMA A MAMMA E ASPIRANTI MAMME!!!

4 risposte a "Parto cesareo e parto naturale: un viaggio con unica meta"

  1. Sono d’accordo con ciò che hai raccontato io ho avuto modo di conoscere per forza di cose il parto cesareo per le mie bimbe gemelle era quello più idoneo… Il post operazione è stato tragico perché troppo doloroso… Avrei tanto voluto provare un parto naturale come la natura avrebbe voluto…😍

    Mi piace

  2. Hai ragione Dara.. concordo con ciò che hai scritto… dalla mia piccola esperienza posso dire che risceglierei il parto naturale ad occhi chiusi… con tutto che mi sono fatta 12 ore di travaglio consiglio a tutte le donne che possono di partorire naturalmente… un’emozione unica e che ti ricorderai x tutta la vita…

    Mi piace

  3. Tornassi indietro, risceglierei il parto naturale … per fortuna non ho avuto controindicazioni in merito. Ho fatto 12 ore di travaglio ma tutto è stato magnifico… ho incontrato ostetriche eccezionali che mi hanno aiutato e sostenuta in ogni momento!!! io consiglio a tutte quelle mamme che possono farlo di partorire naturalmente! È stato il giorno più importante della mia vita… ho incontrato il mio principe azzurro!! ❤️😍

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...