Da tremar le mani…..

Quando aspetti la nascita di due gemelle o di un bambino tutto ti sembra magico stupendo meraviglioso pensi a quel

giorno, ai sorrisi di chi verrà a vederli in ospedale , pensi ai commenti alle risate degli amici e credi che da li a tre giorni, così come accadde per la mia primogenita saremmo andati tutti a casa felici.

Poi un giorno durante la notte inizia il travaglio improvviso e pensi solo a muoverti, tra una contrazione e l’altra, di allacciarti “…forse” le scarpe,di mettere la prima cosa comoda che ti capita,di sistemare la tua bambina appena sveglia di soprassalto e di farti aiutare da tuo marito a portare fuori le valigie.

A velocità diciamo,quasi spedita,arrivi in ospedale,le contrazioni ormai sono una ogni cinque minuti e già sai, maestra ormai di come funzioni il tuo corpo ,che da li a poco le avresti sicuramente, e così poi è stato,viste.

Visitata e preparata fui pronta così per il cesareo in quanto essendo gemelle monozigoti e quindi dotate di unica placenta, procedere con un parto naturale è altamente sconsigliato,e così,entro poche ore più precisamente alle 12.00 e alle 12.05 del 20 settembre 2017 nacquero Azzurra e Aurora Bengala.

Fu bellissimo appena nate averle appoggiate al mio viso per 5 secondi ciascuno ,erano così calde e soffici le avrei volute ancora per più tempo ma loro dovevano andare per essere messe in ordine mentre con me dovevano completare tutte le procedure dell’intervento .

Mi portarono in stanza e non potendomi alzare dal letto , ne loro potendo venire da me perché in incubatrice ,le avrei potute rivedere solo il secondo giorno di ricovero tardo pomeriggio, immaginate come potessi stare io mentre la mia vicina neo-mamma aveva il suo cucciolo con lei già dopo due ore dal parto…..

Ahimè però non sarei potuta andarci nemmeno il secondo giorno perché sul mio corpo quel taglio cesareo è stato devastante non so perché forse essendo una ragazza abituata ad allenare l’addome in palestra , presi infatti solo nove kg in sette mesi e 1/2 di gestazione , o forse per altri motivi , appena cercai di mettermi sulle gambe il troppo dolore mi chiudeva i polmoni tanto da restare senza fiato .

Sono andata oltre i miei limiti di sopportazione mi sono seduta su una sedia a rotelle con tanto di catetere dietro e mi sono fatta spingere fino alle porte della terapia intensiva dov’è c’erano i miei cuccioli.

Arrivata alla porta che precede le cullete, L’Utin dell’ospedale prevedeva una prassi unica e molto rigida per tutti ovvero lavarsi le mani , vestirsi in camice blu cuffietta e calzari e rilavarsi le mani di nuovo …. bhe immaginate voi cosa volesse dire ad un passo da loro ,fare tutto questo con il dolore lancinante da non reggermi in piedi ,ma quando mi domandarono “signora se la sente di fare questo percorso per poter entrare da noi?” Risposi di si senza remissioni ed allora mi diedero una mano ad alzarmi mi sforzai di non far capire nulla di come stavo morendo dentro ma il mio viso e le labbra cianotiche hanno smentito la mia versione ed insieme alle gambe tremanti mi dissero “signora lei non può vedere le bambine oggi!!!!!!”.

Non potevo nemmeno vederle dalla galleria neonatale perché la mia sedia non passava ,il corridoio era molto stretto!!!

Tornai triste , attraversai spinta da mio marito il corridoio per tornare in camera sotto gli occhi di chi festeggiava la nascita dei loro pargoli brindando .

Li iniziai a capire cosa fosse la “prematurita’ delle mie bambine “, cosa stesse succedendo e in quale mondo ero entrata … sapevo solo che stavano bene ma….. erano così piccole indifese e custodite da qualcuno che non ero io …. fragili da tremar le mani.

Pubblicato da

MAMMA BLOGGER 33 ANNI DI ALESSANDRA 4 ANNI,AZZURRA E AURORA 11 MESI CON UNA PASSIONE INNATA PER LA FOTOGRAFIA ,IL MONDO MATERNITA' E LA SCRITTURA ACCOMPAGNATA IN QUESTO NUOVO PERCORSO DALLA MIA PRIMOGENITA ASPIRANTE YOUTUBER...UNA SCOMMESSA CON ME STESSA SUPERANDO I LIMITI POSSIBILI. AMO CONSIGLIARE ALTRE MAMME SUGLI ARGOMENTI CHE MI STANNO PIU' A CUORE ORGANIZZANDOLI COSI PER ARGOMENTI CHE AGGIORNERO' COSTANTEMENTE AFFINCHE' NULLA SIA LASCIATO AL CASO....ESPERIENZE E CONFRONTI DA MAMMA A MAMMA E ASPIRANTI MAMME!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...