La prematurita’:nasce un bambino rinasce una famiglia!

Una piccola parola in mezzo ad una coppia o famiglia felice!

È così che vorrei che la mia esperienza riscaldi il cuore di altre mamme “nutrici” ci chiamavano,affinché si sentano più comprese e meno sole , mamme che hanno messo in conto per la vita questa parola.

Da quando le portano via da te,il giorno della nascita inizia un viaggio che non ha mai fine .

Penserai d’abbracciare quel fagotto nell’immediato e di tornare a casa presto,eppure tra te e lui(loro)c’è un enorme porta massiccia che ti sbarra la strada.

Poi entri indossi uno dei primi di cento camici sterili e calzari che,conteranno insieme a te,tutte le volte i passi che ti separano dalle incubatrici.

Sei dentro

ti lavi le mani,

t’avventuri,

noti che tutti sono con la testa china sui fogli,sulle cullette o sugli strumenti elettronici.

Smarrita cerchi il cognome di tuo marito sulle altre incubatrici perché erano tante ma tante quel giorno poi,

qualcuno s’avvicina e con gesto di speranza mi accompagna con una mano sulla spalla sussurrando : “eccole!!”.Trattandomi com’è se mi conoscessero da sempre.

Vorrei esultare,piangere,abbracciarle,ma il cuore galoppa troppo velocemente ed io non ce la faccio,sto zitta ed osservo!!!

Apro gli oblò,

mi spiegano come fare,infilo le mani!

Sento calore, quiete,respiri delicati, pancini gonfi e pannolini così grandi che arrivano alle ascelle e le vedo così, senza nessuno dei loro abitini indossati che con tanto amore avevo portato per loro!

Bip,respiratori e più fili che giorni di vita mi fanno paura !

È ora già d’uscita,

devo andare eppure vorrei sprofondare, le saluto e mordendomi le labbra a testa bassa vado via!

È passato del tempo da quei lunghi giorni passati lì dentro e da lì all’uscita definitiva si susseguono controlli continui per monitorare ogni minimo particolare!!!ecco perche’ questa avventura difficilmente la dimentichi perché sempre presente nel quotidiano delle tue creature!ma le vedi li beate e tutto svanisce lievemente .

È un mondo a se quello della prematurita’ che seppur articolato rieduca alla vita…. e così capisci che le corse non servono, non serve programmare la felicità ne calcolarla perché ciò che destinato a te trovera’ strada.

Con il cuore in mano sono vicina a tutte quelle famiglie e mamme che hanno intrapreso questo percorso “prematuro” e che in cuor suo non hanno mai smesso perché quella ahimè per alcuni di questi pargoli è stata l’unica casa! Non sempre va tutto come vogliamo ma il coraggio delle mamme sfidando l’impossibile emerge sempre.Forza mammine!

DARA

AZZURRA & AURORA 33 Sett.44 gg.Tin

1990-1600( calo fisiologico 1600-1200)

Pubblicato da

MAMMA BLOGGER 33 ANNI DI ALESSANDRA 4 ANNI,AZZURRA E AURORA 11 MESI CON UNA PASSIONE INNATA PER LA FOTOGRAFIA ,IL MONDO MATERNITA' E LA SCRITTURA ACCOMPAGNATA IN QUESTO NUOVO PERCORSO DALLA MIA PRIMOGENITA ASPIRANTE YOUTUBER...UNA SCOMMESSA CON ME STESSA SUPERANDO I LIMITI POSSIBILI. AMO CONSIGLIARE ALTRE MAMME SUGLI ARGOMENTI CHE MI STANNO PIU' A CUORE ORGANIZZANDOLI COSI PER ARGOMENTI CHE AGGIORNERO' COSTANTEMENTE AFFINCHE' NULLA SIA LASCIATO AL CASO....ESPERIENZE E CONFRONTI DA MAMMA A MAMMA E ASPIRANTI MAMME!!!

10 risposte a "La prematurita’:nasce un bambino rinasce una famiglia!"

  1. … tanti i brividi mentre leggevo queste tue parole… tutto dev’essere stato davvero troppo forte… tante emozioni ma anche tante paure.. però ogni volta che le guardi Azzurra e Aurora, non puoi fare altro che sorridere ed essere felice!!! Questi due corpicini sono stati per te e tuo marito di grande aiuto… vi hanno dato tantissima forza… perché loro sono state forti… hanno lottato ogni giorno…
    Bisognerebbe far leggere queste tue parole alle mamme che lottano ogni giorno… perché come hai detto.. non è facile vedere i propri figli appena nati in quelle piccole astronavi… più grandi di loro… però la forza e le emozioni che ci trasmettono sono indescrivibili…

    Piace a 2 people

    1. Quando parli di prematurità so solo in parte a cosa ti riferisci, si perché 28 anni fa la bimba prematura ero io, e la mamma spaventata era la mia. La situazione è un pò diversa, a livello di numeri, perché io nel grembo di mamma ero da sola, quindi sono stata in quell’ incubatrice solo 10 giorni… ma quei 10 giorni per mia madre sono stati difficili comunque… ora è solo un ricordo, perché le tue bambine sono lì accanto a te, e a te non resta che raccontarlo! Il vostro amore ha superato ogni ostacolo, buttando giù quei muri così alti, che sembravano indistruttibili! È questo il potere dell’amore! Vi abbraccio

      Mi piace

  2. Bellissimo un articolo delicato serio e semplice allo stesso tempo,la frase non si può programmare la felicità è verissima e tu hai raccontato la tua esperienza in maniera sincera senza tanti giri di parole lasciando trasparire tutta la fragilità di quei momenti di felicità misti all ansia ❤️

    Piace a 1 persona

  3. So come ti sei sentita e so cosa provi adesso.
    Le tue bimbe sono nate il giorno in cui le mie sono uscite.
    Abbiamo vissuto un’esperienza simile, anche io ho avuto due gemelline, nate a 34settimane+3
    Quei momenti sembravano non finire mai, ma con il senno di poi mi sono resa conto di quanto io e le mie bimbe siamo state fortunate, rimaste in Utin in patologia per soli 15 giorni, nate sane e con un buon peso.
    Ma quando entri in utin le preoccupazioni e la speranza che tutto vada per il meglio, vanno verso tutti i bambini e non sono rivolte soltanto ai tuoi figli.
    Capisci di essere disarmato davanti alla vita, che non sei immune a niente, che sei soltanto un puntino piccolo nell’universo e ciò che accade agli altri, potrebbe benissimo accadere a te.
    Capisci che devi essere grato alla vita per ogni giorno che ti regala, capisci che nulla ti è dovuto e devi sentirti fortunato per tutte le cose belle che ti capitano, per tutte le cose belle che la vita ti dona;
    dai valore alle piccole cose e ti rendi conto di quanto in realtà siano grandi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...